Loading...

Graces

21:30 - Arena esterna

Outdoor Dance Floor

22:30 - Foyer

I Legnanesi "Ridere"

21:00 - Arena Esterna

I Legnanesi "Ridere" (replica)

21:00 - Arena esterna

Amor y tango

21:00 - Arena esterna

Dio è morto e neanch'io mi sento tanto bene

21:00 - Arena esterna

Gran Gala della Danza

21:00 - Arena esterna

La Divina Commediola

21:00 - Arena esterna

Istruzioni per diventare fascisti

21:00 - Arena esterna

Io e Pirandello

21:00 - Arena esterna

Scacco Matto - altre distanze in nuovi orizzonti

21:00 - Arena esterna

Treves Blues Band

21:00 - Arena esterna

Alberto Fortis

21:00 - Arena Esterna

Carmen, diario di un capolavoro

21:00 - Arena esterna

La Sacre

21:00 - Arena esterna

Se non posso ballare...non è la mia rivoluzione

21:00 - Sala Teatrale

Angela Finocchiaro - Ho perso il filo

21:00 - Sala teatrale

Vorrei essere figlio di un uomo felice

21:00 - Sala Teatrale

Giacomo Poretti in: Chiedimi se sono di turno

21:00 - Sala Teatrale

Almeno tu nell'universo

21:00 - Sala Teatrale

Il Piccolo Principe

Date Evento

07 gennaio 2017 ore 16:30

Descrizione

"Il Piccolo Principe"

di Antoine de Saint-Exupèry

viaggio alla scoperta del bambino in ognuno di noi

con ORESTE CASTAGNA, direttamente da Rai Yo Yo e DANIELA ROTA

regia ORESTE CASTAGNA

assistente regia DANIELA ROTA

costumi NIVES REBESCO

video, musiche e luci DARIO BADOLATO

vocal coaching DINO BRENTALI

Responsabile realizzazione promo SABRINA STEFANINI

illustrazioni locandina e progetto didattico JESSICA MARTINELLO

con la collaborazione artistica di Benedetta Evbaurese e Claudia Macchi - assistente di scena e animatrice

FORMA TEATRO

Un bimbo biondo compare all’improvviso davanti agli occhi di due adulti, proprio mentre cercano di ricordare i propri desideri d’infanzia. È il Piccolo Principe, arrivato direttamente dall’asteroide B-612, dove vive solo con la sua migliore amica: una rosa vanitosa con cui ha litigato poco prima di partire alla scoperta di nuovi pianeti. Così, arrivato sulla Terra, trasporta tutto e tutti nel suo mondo di sogno. A dialogare con lui sarà un Aviatore precipitato con il suo aereo nel deserto, che per tutta la vita ha lottato affinché i grandi vedessero con gli occhi dei bambini ma che, secondo il suo nuovo amico, parla “proprio come un adulto”. Insieme ripercorreranno la tappe del viaggio che – da un pianeta all’altro – ha portato il Piccolo Principe sulla Terra, incontrando sul suo percorso personaggi unici e bizzarri, che simboleggiano i vizi e le debolezze degli adulti e che, allo stesso tempo, offrono tanti piccoli insegnamenti al protagonista. Un re che vuole solo comandare e, pur di essere ubbidito, ordina solo cose che è certo accadranno comunque. Un uomo vanitoso che vive solo per essere ammirato, un ubriacone che beve per dimenticare la vergogna del suo vizio, un uomo d’affari che conta e riconta le stelle credendo di possederle. L’unico con cui il bambino pensa di poter fare amicizia è un lampionaio, che esegue fedelmente il suo dovere spegnendo e accendendo il lampione ogni minuto ma dimentica così di essere felice. A consigliargli di visitare la Terra è un geografo, grande studioso che però non conosce nulla del mondo reale e considera effimero tutto ciò che non è eterno, compresa la rosa tanto cara al Piccolo Principe. Atterrato nel deserto africano, incontra un serpente che gli promette di farlo tornare sul suo pianeta, se un giorno lo vorrà. Si imbatte poi in una piccola volpe: è lei a spiegargli il valore della vera amicizia, facendo nascere in lui il desiderio di tornare dalla sua amata rosa, perché solo quando ci si allontana si comprende l’importanza di chi amiamo. Un morso del serpente lo riporterà dal suo fiore, dopo un saluto all’aviatore, a cui lascia un segreto: “non si vede bene che col cuore, l’essenziale è invisibile agli occhi”. “Tutti i grandi sono stati bambini una volta… ma pochi di essi se ne ricordano”: è la frase che apre e chiude lo spettacolo, ma anche la chiave per capire l’opera di Antoine De Saint- Exupéry. “Il Piccolo Principe” è il libro che tutti hanno letto almeno una volta: un piccolo tesoro per grandi e bambini pieno di verità profonde sulla vita e sugli uomini, da interpretare in modo diverso a seconda dell’età e sensibilità di ciascuno, ma capace di lasciare sempre un profondo segno. Questo è lo spirito che porta in scena e nei cuori degli spettatori lo spettacolo di FormaTeatro con Oreste Castagna: un viaggio per scoprire il bambino che c’è in ognuno di noi.

Spazio
Sala Teatrale

in vendita su questo sito e il giorno dello spettacolo al botteghino

PREZZI:

PRIMO SETTORE: intero 15 € ridotto (da 2 a 4 anni) 12 €

SECONDO SETTORE: intero € 13 ridotto (da 2 a 4 anni) 8 €

Promotion

CONTATTO DIRETTO
ACQUISTA BIGLIETTO