Loading...

La Bella Addormentata

21:00 - Sala Teatrale

La Notte del Gospel - Every Praise & Virginia Union Gospel Choir

21:00 - Sala Teatrale

Le Voci in-canto del Lago

21:00 - Teatro Il Maggiore

Il Mentalista - The Game

22:00 - Sala Teatrale

Il Lago dei Cigni

21:00 - Sala Teatrale

Mirabella racconta Giuseppe Verdi

21:00 - Sala Teatrale

Anna dei Miracoli

21:00 - Sala Teatrale

FURIOSA MENTE

21:00 - Sala Teatrale

Don Giovanni

20:30 - Sala Teatrale

Barzellette

21:00 - Sala Teatrale

I Soliti Ignoti

21:00 - Sala Teatrale

Mirabella racconta Giacomo Puccini

21:00 - Sala Teatrale

Esodo

21:00 - Sala Teatrale

Vorrei essere figlio di un uomo felice

21:00 - Sala Teatrale

Don Chisciotte

16:00 - Sala Teatrale

Il piacere dell'onestà

21:00 - Sala Teatrale

Se non posso ballare

21:00 - Sala Teatrale

Gershwin Suite / Schubert Frames

21:00 - Sala Teatrale

Angela Finocchiaro - Ho perso il filo

21:00 - Sala teatrale

Gala Giornata mondiale della Danza

21:00 - Sala Teatrale

Istruzioni per diventare fascisti

21:00 - Sala Teatrale

Giacomo Poretti in: Chiedimi se sono di turno

21:00 - Sala Teatrale

Carmen

16:00 - Sala Teatrale

Carmen - Georges Bizet

20:30 - Sala Teatrale

Almeno tu nell'universo

21:00 - Sala Teatrale

I Legnanesi "Ridere"

21:00 - Sala Teatrale

I Legnanesi "Ridere" (replica)

21:00 - Sala Teatrale

Cross Festival | Your Body Is A Battleground

Adriano Bolognino/EgriBiancoDanza
Danza contemporanea
Date Evento

30 giugno 2019 ore 21:00

Descrizione

➣ Altri sguardi, altre visioni

La creazione, ispirata all’artista Barbara Kruger, e in particolare all’opera “Your body is a battleground”, dalla quale prende appunto il titolo, vuole indagare la coscienza del singolo, arrivare a domandarsi su quanto effettivamente abbiamo messo in discussione i modelli sociali. Ovviamente si concentra molto sul ruolo della donna oggi nella società prendendo spunto dall’omonima opera, creata come pubblicità pro aborto, e mettendo in risalto tematiche che ancora oggi dopo trent’anni ,prendendo di riferimento l’opera, sono ancora vivissime. Chi decide cosa deve fare o non fare una donna? Chi decide cosa deve essere o non essere?. Al centro dell’opera l’ideale femminile che ha la società e che nonostante il passare degli anni non è ancora stato messo da parte, archiviato. Come dice il titolo dell’opera tutti i corpi sono un campo di battaglia. Questo perché tutte le personalità sono preventive e cercano di essere sempre più performative rispetto al ruolo sociale della propria vita. La società impone degli stereotipi,dei modelli ed è sempre più difficile dissociarsene, questo perché il mondo cresce e si punta sempre più all’aspetto esteriore, a quello che pensano gli altri; i social network sono sicuramente un mezzo che enfatizza ancor di più questo aspetto. La donna, da sempre simbolo di fertilità e seduzione, è sicuramente la più soggetta alla strumentalizzazione e cerca di seguire la moda a volte arrivando anche a deformare il proprio corpo. Nella creazione c’è una sfida fra due personalità: una che vuole cercare di essere quello che la società le chiede di essere e si aspetta sia; un’altra, ribelle, che con ironia cerca di essere quello che vuole essere e si accetta per le sua peculiarità, per essere diversa da tutti gli altri. La coreografia diventa strumento per comprendere ed analizzare le dinamiche capitalistiche che rendono il corpo un oggetto. I movimenti enfatizzati e l’astrazione della creazione coreografica vogliono da una parte mettere in luce l’alienazione del corpo umano oggi e dall’altra prendere con ironia un argomento molto importante ed attuale, cercando di vederlo sotto una chiave diversa ma senza perderne appunto l’importanza. La società si è appropriata successivamente dei mezzi usati dalla Kruger per riaffermare le proprie idee, completamente opposte. Noi con l’arte, in questo caso la danza, possiamo in modo semplice e magari usando la stessa ironia, girare ancora la moneta e cercare di eliminare definitivamente alcuni modelli in cui siamo imprigionati.

Spazio
Teatro Il Maggiore
Dettagli

Coreografie: Adriano Bolognino
Musiche: Moderat\Jon Hopkins
Produzione: EgriBiancoDanza
Durata: 20 min

Ballerino per il Milano Contemporary Ballet in collaborazione con Wayne McGregor. Ballerino per la Compagnia DèJàDonnè diretta da Virginia Spallarossa. Ballerino per la Valencia Dancing Forward con Marcos Morau (La Veronal) ,Joan Crespoe Francesco Curci. Ballerino per Jorge Crecis, Natalia Iwaniec (Gaga), Damian Munoz (La Intrusa cie),Laura Matano, Nicoletta Cabassi ,Ana Baigorri, Roberto Altamura e per Yellow (Creation): Let’s Dance International Frontiers a Leicester, Bpform e Teatrocittà a Roma , Aperilab a Napoli, What we are a Udine. Vincitore del contest NEWDANCEGENERATION a Caserta. OFFFROMME (creation) vince il premio a Celje all’Opus1. Yellow va in tour in numerosi teatri italiani. La creazione RM94978 viaggia da Parigi a Tenerife ed è selezionata per il festival CIETWAIN direzioni altre.
E’ assistente coreografo per 9 minutes di Jorge Crecis. Coreografo del progetto Opificio a Roma. Coreografo per la Compagnia italiana EgriBianco. Coreografo per il progetto Biennale College(Biennale di Venezia).

La Fondazione Egri per la Danza, istituita nel 1998 continua e sviluppa l’attività intrapresa fin dal 1953 dal Centro di Studio della Danza, creato da Susanna Egri: un polo per lo studio, la creazione e la valorizzazione della Danza. La Compagnia EgriBiancoDanza, diretta da Raphael Bianco, svolge attività di produzione e circuitazione di spettacoli in campo nazionale e internazionale. Nata nel 1999 è composta da danzatori con esperienze professionali di alto livello e possiede un solido repertorio, dal balletto neo-classico alla danza contemporanea.

Biglietti acquistabili sul posto la sera dello spettacolo o online sul sito www.ciaotickets.com

Biglietto intero: 10 € / 15 €

Promotion

CONTATTO DIRETTO
ACQUISTA BIGLIETTO