Loading...

Lifeguard

21:00 - Foyer

Canzoni che mi porterei su un'isola deserta

19:00 - Foyer

Ctrl Zeta

19:30 - Foyer

Come as you are

21:00 - Sala Teatrale

Tail Language

21:00 - Sala Teatrale

Vinicio Capossela nell'OrcAEstra

20:00 - Sala Polifunzionale

Ute Lemper

20:00 - Sala Teatrale

Frank Zappa

20:00 - Sala Teatrale

Omaggio a Pina Bausch

20:00 - Sala Teatrale

Lenny is on the town again

20:00 - Sala Teatrale

Metti una sera al cabaret

20:00 - Sala Teatrale

Come as you are

Jacopo Jenna
Date Evento

22 giugno 2018 ore 21:00

Descrizione

DOMENICA 22 GIUGNO 2018

Teatro il Maggiore, Verbania  ore 21.00

Danza contemporanea COME AS YOU ARE Jacopo Jenna

➣ Focus CROSS Award Come as you are Come as you are è una delle canzoni più note dei Nirvana, che all’inizio degli anni Novanta ha segnato in un certo modo la storia della musica. Il testo può apparire oscuro e criptico, in contrasto con l’immediata forza del pezzo: il suo stesso autore lo definiva “contraddittorio e confuso”, come la condizione umana che Kurt Cobain voleva esprimere, dal momento che si tratta di un brano che riguarda “le persone e come ci si aspetta che agiscano”. Il progetto coreografico, creato con la collaborazione di Jacopo Miliani, si pone la questione dell’identità nella relazione. Il titolo della canzone è utilizzato come un invito rivolto al pubblico, un’avvertenza a ciò che si andrà ad assistere, ponendo liberamente lo sguardo verso la performance. Il testo della canzone è decostruito nel lavoro visivo di Miliani, attraverso la produzione di 20 grandi teli di spugna bianchi e rossi, dove le parole riappaiono isolate l’una dall’altra con forza grafica; in questo modo vengono ricollocate sulla scena, diventando uno spazio semantico casuale con il compito di interagire con la presenza del performer, modificando le forme e il senso del suo agire. La coreografia si articola in due momenti distinti: il primo è un percorso che vede il danzatore impegnato in un corpo a corpo sempre più serrato con i teli-parole, passando dalla compostezza strutturale alla trasfigurazione iconoclasta nella dinamica; il secondo momento si svolge all’insegna di uno svuotamento, dove la pluralità dell’immagine e la molteplicità dei significati semantici precedentemente dislocati sulla scena sono riassorbite in un principio di assorta concentrazione dinamica.

Jacopo Jenna

Jacopo Jenna è un coreografo, performer e filmaker che crea lavori per la scena, il video e per installazioni. La sua ricerca indaga la percezione della danza o la coreografia come pratica estesa. Laureato in Sociologia si approccia alla danza in età adulta formandosi presso Codarts (Rotterdam Dance Academy). Ha collaborato in Europa con compagnie stabili e progetti di ricerca coreografica. Il suo lavoro è prodotto e supportato da spazioK/Kinkaleri, negli ultimi anni ha presentato i suoi progetti presso festival ed istituzioni come Centrale Fies, Cango/Centro di produzione sui linguaggi del corpo e della danza, MART-museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto, Contemporanea Festival, Pépinières européennes pour jeunes artistes/Jeune Création-Vidéo Cinéma, Fondazione Palazzo Strozzi, Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci, CROSS International performance award.

Jacopo Miliani

Il lavoro di Jacopo Miliani si basa su una ricerca interdisciplinare che coinvolge pratiche artistiche quali l’installazione, il video, la performance, la fotografia. Tra le sue mostre personali si segnalano quelle presso Kunsthalle Lissabon, Lisbona (2016) l’ICA-Fig-2 di Londra (2015), la videoteca della GAM di Torino (2013), EX3 di Firenze (2012), Studio Dabbeni di Lugano (2015 e 2010) e FRUTTA di Roma (2012 e 2014), MACRO, Roma (2013). Ha realizzato performance presso la Fondazione Giuliani di Roma (2015), il Museo della Danza di Stoccolma (2014), il CCSP di São Paulo (2014), ViaFarini/DOCVA di Milano (2014), la David Roberts Art Foundation di Londra (2012), il MADRE di Napoli (2011) e la Galleria Vermhelo di São Paulo (2010). Numerose sono le partecipazioni a mostre collettive, tra cui quelle presso la Kunsthal Charlottenborg di Copenhagen (2015), Kunstraum, Londra (2015), Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino (2014), Villa Romana, Firenze (2013), CAC, Vilnius (2013) e la Deutsche Bank di Berlino (2013). Ingresso 10 euro Coreografia e Danza: Jacopo Jenna Set e Immagini: Jacopo Miliani Musica e disegno sonoro: Luca Scapellato LSKA Live Guest: Artu Trash Luci: Giulia Broggi Organizzazione: Luisa Zuffo Produzione: Kinkaleri Co-produzione: Cango - Centro di produzione sui linguaggi del corpo e della danza con il supporto di Centrale Fies Consulta

il programma completo del Festival su www.crossproject.it

Spazio
Sala Teatrale

Promotion

CONTATTO DIRETTO
ACQUISTA BIGLIETTO